martedì 29 novembre 2022

Good Girls

 

Che peccato che questa serie sia stata interrotta! Ci sarebbe voluta la quinta stagione a concludere la storia, invece ci si è fermati alla quarta senza un finale vero e proprio. A dire il vero, in base a tutto ciò che è successo precedentemente, viene giustamente da pensare che le tre protagoniste sarebbero di nuovo cadute in piedi; questa è la mia speranza, perchè siamo di fronte al classico caso in cui non si può fare a meno di fare il tifo per loro malgrado le malefatte che combinano. Sarà perchè, come dice il titolo, sono brave ragazze. Sì, ma di quelle che fanno brutte cose. Per esempio, proprio all'inizio, decidono di rapinare il supermercato dove lavora una di esse perchè tutte, per vari motivi, hanno bisogno di soldi e non sanno come procurarseli. In cassaforte dovrebbero esserci circa $ 30.000, invece si ritrovano con un vero e proprio tesoro; quello che non sanno è che si tratta del denaro sporco di una gang. Difatti ben presto fa la sua apparizione proprio il capo della banda, il quale rivuole indietro i suoi soldi. Non essendo possibile restituirli perchè già spesi, le tre donne dovranno sottostare alle sue richieste per paura di rimetterci le penne. Si vede però che un certo talento per il crimine ce l'hanno nel sangue, visto che in seguito progettano di produrre e spacciare soldi falsi in proprio, ma il capo banda non è della stessa idea... Insomma, le cose vanno avanti per un bel po', ci sono crisi e problemi che però bene o male vengono risolti - a volte creandone di nuovi. E il tutto è decisamente molto divertente, soprattutto nelle prime due stagioni che sono più dinamiche. Dopo questa serie non guarderete mai più una casalinga allo stesso modo XD

sabato 26 novembre 2022

quarantasettesima settimana

tre gatti affamati!


La settimana è partita decisamente di merda. Non ricordo fino a dove ho raccontato della vicenda di mio zio; avrò di certo detto di come la casa fosse ridotta a un cassonetto, e difatti a un certo punto gli altri inquilini si sono lamentati con l'amministratore condominiale per via degli scarafaggi che uscivano da lì invadendo le parti comuni. Era stata fatta una disinfestazione, ma per stessa ammissione della ditta specializzata, se non si fosse provveduto a pulire, le simpatiche bestioline sarebbero tornate. E difatti qualche tempo fa l'amministratore mi ha di nuovo scritto per segnalare il problema. A questo punto l'avvocata (che benchè ancora in attesa della nomina ufficiale come amministratore di sostegno sta già agendo come tale) ha deciso di fare sgombrare la casa e ha contattato un'associazione che si occupa di riciclo e di sgomberi. E indovinate chi è che ha dovuto passare due giorni a presiedere alla cosa? La qui presente cogliona, ovviamente. Non è finita, tra l'altro; c'è così tanta roba che dovranno tornare. E io non so esprimere quanto mi scocci sprecare il mio tempo per quel vecchio stronzo. Quindi il mio umore a inizio settimana è stato decisamente pessimo, poi mi sono consolata facendo la cat-sitter per il figlio maggiore che è stato via per qualche giorno.

giovedì 24 novembre 2022

record of youth

 

Questa serie mi ha conquistata fin dal primo episodio e mi è piaciuta così tanto che, benchè avessi deciso di centellinarmela, ho finito per guardarmela d'un fiato. Sicuramente è stato merito del fatto che i caratteri dei due protagonisti mi sono piaciuti molto. Hye-Jun e Hae-Hyo sono amici d'infanzia e tutt'ora molto legati; entrambi lavorano da alcuni anni come modelli e vogliono fare il grande salto, diventando attori. La differenza non sta tanto nel loro talento, poichè sono bravi tutti e due, ma nel fatto che Hae-Hyo è di famiglia ricca ed ha una madre estremamente impicciona che si è sempre preoccupata di agevolare la sua carriera usando anche mezzi discutibili, mentre Hye-Jun viene da una famiglia modesta e suo padre non fa altro che dargli addosso perchè vuole che rinunci a quelli che ritiene degli stupidi sogni. I due conoscono la truccatrice Jeong-Ha e se ne innamorano, ma lei preferisce Hye-Jun. Questi, lasciato il suo agente che non lo paga e che non si è nemmeno mai sbattuto più di tanto per la sua carriera, ha infine un colpo di fortuna e ottiene la celebrità, mentre la carriera di Hae-Hyo, malgrado i maneggi della madre, non decolla. Anzi, quando egli infine scopre che i suoi ingaggi sono stati dovuti più a lei che al proprio talento, ci rimane di merda. Anche Hye-Jun però si trova ad affrontare i problemi causati dalla fama: non solo gli haters online, ma anche l'ostilità di una giornalista che, raggirata dal suo ex-agente, cerca continuamente scandali con cui infangarlo. Ecco, diciamo che la serie è interessante proprio per il fatto che fa vedere tutti gli aspetti del mondo dello spettacolo: le rinunce che si devono fare non solo per ottenere il successo, ma anche per mantenerlo, il peso del giudizio dell'opinione pubblica che può causare danni all'immagine e mettere a rischio una carriera, ecc.

Qui sopra i tre protagonisti: Park Bo-Gum (Hye-Jun), Park So-Dam (Jeong-Ha) e Byeon Woo-Seok (Hae-Hyo). I due fanciulli mi giungono nuovi, mentre Park So-Dam l'avevo già vista altre volte, e chi di voi ha visto Parasite forse la ricorda nel ruolo della figlia del protagonista. Il regista Ahn Gil-Ho è pure una vecchia conoscenza e i suoi lavori precedenti mi sono piaciuti tutti.


martedì 22 novembre 2022

The Bastard Son & The Devil Himself

 

A differenza di The Imperfects, questa serie ha un tono decisamente più drammatico. Il presupposto è che esistano streghe e maghi, ma divisi in due gruppi: da un lato i Fairbones, dall'altro i Bloods. Nathan, il protagonista, è figlio di una Fairbone e di un Blood, ma non un Blood qualunque; suo padre infatti è un mago potentissimo e nemico giurato dei Fairbones che, a loro volta, lo odiano e lo temono. Rimasto orfano piccolissimo, Nathan viene affidato alla nonna ma deve sottoporsi a controlli periodici finalizzati a verificare che egli non sia un Blood. L'arrivo in città del capo dei Fairbones e dei suoi figli rompe l'equilibrio; da un lato la figlia, Annalise, diventa amica - e forse qualcosa di più - di Nathan, dall'altro il fratello non fa che insultarlo e provocarlo. Anche la sorellastra di Nathan, che lo odia perchè lo ritiene responsabile per la morte della loro madre, ci mette del suo. Come risultato Nathan perde la pazienza e il suo sfogo violento fa sì che venga allontanato dalla nonna e affidato a una tosta miliziana Fairbone che deve insegnarli a combattere in vista di una profezia che lo vedrebbe sconfiggere il suo stesso padre. La serie è tratta da una trilogia di grande successo a firma Sally Green e di sicuro avrà almeno un'altra stagione successiva che concluda la storia lasciata a mezzo. Non ho letto i libri, anche se penso che lo farò perchè sembrano esattamente il mio genere, e mi trovo quindi dibattuta tra aspettare probabilmente un anno o più per vedere il seguito della serie, oppure leggere prima i libri e rimanere delusa dagli inevitabili stravolgimenti della versione filmata. Decisione sempre ardua...

domenica 20 novembre 2022

quarantaseiesima settimana

 

Si può ben dire che questa sia stata una settimana noiosa, eppure in questo non trovo nulla di negativo. Siamo abituati a dover sempre correre, sempre fare, sempre produrre, e le giornate prive di eventi degni di nota sembrano tempo perduto. Per fortuna il mio stile di vita è molto lontano da quello della società moderna e a me non dà fastidio passare giornate in cui non faccio niente di che nè succede nulla di notevole. In questo dunque la settimana è stata perfettamente novembrina: sia per il ritmo che, finalmente, per il meteo: infatti il sole praticamente non si è visto e ha anche piovuto un po'. E sapete una cosa: ne sono stata molto contenta perchè l'estate infinita di quest'anno mi ha portato a non sopportare più il sole. Sono arrivata a fare questa equazione: sole = caldo; caldo = odio; sole = odio. Insomma, lo so che può sembrare strano, ma ultimamente ogni volta che venivo abbagliata dai raggi del sole quando tiravo su la tapparella la mattina, provavo un moto di insofferenza. Quindi viva il novembre novembrino! Se proseguisse il maltempo, magari tornerei ad apprezzare il sole.

uno dei soffitti affrescati da Felice Giani
che abbiamo visto ieri pomeriggio (è in un ufficio privato)

Ho aspettato un giorno a postare perchè volevo dire della visita guidata che abbiamo fatto sabato pomeriggio. La Pro Loco della mia città organizza da diversi anni queste visite e la particolarità è che a volte si può andare a vedere posti che normalmente sono chiusi al pubblico. Un anno sono venuti pure a casa mia - non quella in cui abito ora, ma quella dove stavo finchè mi sono sposata e dove ora abita il figlio maggiore - ad ammirare il nostro meraviglioso glicine. Ormai quindi abbiamo visto quasi tutto quello che era possibile vedere, contando i luoghi inediti di ieri: si trattava infatti di alcuni uffici privati, ricavati da una casa signorile che ha dei bellissimi affreschi di inizio Ottocento. Tra i partecipanti è saltata fuori mia cugina; in realtà erano cugini i nostri padri, quindi il nostro grado di parentela è più blando. Non la vedevo da non ricordo nemmeno più quanti anni (una stima approssimativa è il 2006, ma sono convinta che in realtà sia da molto prima) e mi ha meravigliato che mi abbia riconosciuto subito, anche perchè ci siamo sempre frequentate pochissimo. L'ho ragguagliata su mio zio, del quale non sapeva nulla in quanto lui è rimasto più in contatto con i cugini da parte di mio nonno. A parte le bellezze artistiche comunque la parte più apprezzata del pomeriggio è stato il camminare sotto la pioggia: non ricordo da quanto non mi godevo il rumore delle gocce che colpiscono l'ombrello...

mercoledì 16 novembre 2022

the imperfects

 

Abbi, Tilda e Juan sono tre giovani con un problema in comune: anni prima sono stati sottoposti a una terapia genetica sperimentale a loro insaputa. Da allora prendono un farmaco, ma quando si ritrovano improvvisamente senza e non gliene viene dato altro, sviluppano degli strani super-poteri. Decidono allora di unire le forze per rintracciare lo scienziato responsabile e farsi curare, in modo da tornare a essere dei normali esseri umani. Incontreranno altri come loro così come altri scienziati più o meno pazzi, oltre a finire nel mirino di un'ente governativo segreto. Farcito di scene splatter ma condito soprattutto da una buona dose di umorismo, benchè nero, questa serie mi ha molto divertito e credo proprio che il finale aperto lasci presagire almeno una seconda stagione. I personaggi dei ragazzi sono azzeccati, la mia preferita è Tilda.

sabato 12 novembre 2022

quarantacinquesima settimana

il vino della casa XD

I festeggiamenti per il mio compleanno si sono protratti anche nei giorni scorsi perchè dopo la famiglia è stato il turno degli amici. Ci sono così scappate altre due cene: una pizza con F e il ristorante con tre ex-compagni di liceo. A questo proposito c'è da dire che, benchè della mia classe del liceo non provi la minima nostalgia, almeno con poche persone ho mantenuto buoni rapporti. Una è C che è una delle mie migliori amiche, mentre gli altri due in passato li abbiamo frequentati sporadicamente, ma negli ultimi anni stiamo cercando di vederli con una certa regolarità. Devo quindi concludere che è stata una buona settimana anche questa, malgrado in mio umore non abbia brillato (non so bene perchè...).

mercoledì 9 novembre 2022

the playlist

 

Installai Spotify sul PC un sacco di anni fa, ma lo tolsi non molto tempo dopo perchè non sopportavo la pubblicità e all'epoca avevo altri modi per fruire della musica che volevo, quindi non ero motivata a pagare per la versione premium. Versione premium che invece ora uso da quasi un anno con grande soddisfazione, anche perchè Spotify al momento è praticamente l'unica opzione che ho per ciò che mi serve ora. Questa serie parla appunto della creazione di Spotify - e non solo. Probabilmente siamo portati a pensare che nel mondo delle app ciò che serve sia soprattutto l'idea brillante e innovativa, e certamente senza di quella non si comincerebbe nemmeno; la cosa molto interessante di questa serie è appunto il fatto di mostrare le diverse sfaccettature. Non solo occorrono investitori e collaboratori, in questo caso specifico occorrono anche fior di avvocati. Devo dire che ho trovato molto interessanti soprattutto le prime puntate perchè contestualizzano la nascita di Spotify: sono i tempi di Pirate Bay, le case discografiche sono inferocite dai danni economici subiti, e Daniel Ek - l'ideatore - in realtà all'inizio vuole creare una versione migliorata di Pirate Bay, ovvero non ha la minima intenzione di pagare nessuno. La serie prosegue mostrando lo scontro inevitabile tra utopia e realtà e si spinge a profetizzare cambiamenti futuri - l'ultima puntata è ambientata tra il 2024 e il 2025. Insomma, ciò che ho molto apprezzato è stata questa versione a tutto tondo che mostra i vari aspetti, senza dimenticare anche quella che potremmo chiamare dimensione morale.


sabato 5 novembre 2022

quarantaquattresima settimana

un angolo un po' particolare di Bertinoro

Il marito aveva qualche giorno di ferie e ne abbiamo approfittato per una gita in quel di Bertinoro. Naturalmente abbiamo beccato l'unico giorno autunnale finora, non tanto per la temperatura (un po' calata, ma nemmeno di tanto) quanto per le foschia che aleggiava sulla pianura e che ci ha impedito di vedere il panorama per il quale Bertinoro è famosa. 

uno scorcio della Rocca

E' comunque un posto molto piacevole dove passeggiare, inoltre abbiamo fatto un ottimo pranzo presso la Trattoria del Punto. 

Se la settimana è iniziata sonnolenta, i giorni finali sono stati (e sono) decisamente più vivaci. Infatti il figlio piccolo e la fidanzata sono arrivati per il fine settimana per festeggiare il mio compleanno. Dopo la cena in famiglia di ieri sera, oggi a pranzo siamo di nuovo al ristorante.


mercoledì 2 novembre 2022

linee bollenti (dirty lines)

 

Dopo gli esseri mostruosi di Cracovia avevo bisogno di guardare qualcosa di leggero e divertente, e devo dire che questa serie olandese è stata la scelta migliore che potessi fare. Mi è piaciuta moltissimo e ora tengo le dita incrociate nella speranza che producano una seconda stagione. Ambientata ad Amsterdam alla fine degli anni '80, ha per protagonista Marly, una studentessa. Stanca di fare avanti e indietro tra la facoltà e il quartiere periferico in cui abita, vorrebbe trasferirsi in centro insieme alle sue amiche, ma i severissimi genitori - soprattutto la madre - glielo vietano. Marly, che è di colore, è cresciuta con l'imposizione a doversi comportare meglio di tutti proprio per via della sua origine. Alla ricerca di un lavoretto per guadagnare qualche soldo, Marly segue il consiglio della sua amica e si reca a registrare un monologo erotico per una linea telefonica di recente invenzione. Lei però è negata, e tuttavia questo episodio segnerà la sua vita perchè una troupe televisiva sta girando un servizio proprio mentre lei è in sala di registrazione e dopo pochi giorni tutta l'Olanda la riconosce per la studentessa che lavora per la linea erotica, compresi i suoi genitori che la cacciano di casa. Le strade di Marly e dei due fratelli che la gestiscono si incroceranno naturalmente ancora. Mi sono fatta un sacco di risate, anche se non mancano alcuni momenti più seri, mai drammatici però perchè il tono generale di questa serie è ironico. E poi è ambientata negli anni '80. Sì, lo so che l'ho già detto, ma sarà che invecchio e sto diventando più nostalgica!