sabato 20 agosto 2022

trentatreesima settimana

il freschetto che faceva a Ferragosto

La settimana di Ferragosto è stata una palla esattamente come quelle che l'hanno preceduta e quelle (spero poche ancora) che seguiranno. Gli unici lati positivi sono che ho ricominciato a girare in mutande perchè non ho più ospiti in casa e che i giorni si stanno accorciando. Sono arrivata al punto che non sopporto nemmeno più il pensiero del sole, quindi il buio è sempre il benvenuto. Mai come quest'estate mi sembra di essere dentro un eterno giorno della marmotta in cui il tempo non passa, ma si ripete sempre uguale. Mi scuso per le lamentele continue, ma del resto dovrò pur tenere fede al mio nickname... XD 

Il giorno di Ferragosto abbiamo preso una fregatura: per non andare al ristorante a sudare e poichè non avevamo voglia di sciroccarci un'ora di strada all'andata e altrettanto al ritorno per provare a trovare un po' di refrigerio sull'Appennino, abbiamo ordinato piatti da portar via dalla trattoria vicina. Si tratta di un posto alla buona, sempre affollato per via dei prezzi contenuti, con una serie di recensioni positive. Ora, non so se a mangiare in sala le cose sarebbero andate diversamente, ma le pietanze che ci siamo portati a casa sono state una grande delusione, tanto che per consolarci a cena siamo andati di pizza e gelato.

A mantenere basso il mio umore ci ha pensato anche la triste notizia della dipartita della sorella di una mia cara amica; tumore inoperabile e non aveva nemmeno compiuto sessant'anni. Poi c'è il resto... che qui non ho raccontato e che non so se racconterò. Forse in futuro, quando le cose si saranno sistemate e riuscirò a parlarne con serenità. Vi basti sapere che da un mese mi stanno sfracellando i maroni.


11 commenti:

  1. Mi dispiace per la sorella della tua amica, ma più di tutto mi dispiace per quel "resto" che, giustamente, non vuoi (ancora) raccontare.
    Spero che lo farai presto, quando sarà tutto passato.

    P.S. Per sdrammatizzare, gongolo un po' all'idea che avete mangiato da schifo alla trattoria take away. E che cavolo, ci descrivi sempre pranzi da urlo a prezzi giustissimi. Solo io becco fregature in tutti i luoghi e in tutti i laghi?!?!?!?! Ahahahahaha :*

    RispondiElimina
  2. Non per fare una gara ma qua i gradi erano 42 con umidità al 60%, ci sembrava di respirare acqua bollente!
    Capisco i tuoi malumore perché è anche il mio, non sopporto più nulla, questo caldo mi sta facendo impazzire! Anche perché per tenere fuori il calore devo chiudere tutto, tapparelle comprese, così vivo perennemente al buio che, a differenza di te, mi fa venire la depressione.
    Ora però mi devi dire il significato del nikname...
    Mi spiace per tutto il resto, anche se non racconti si capisce che ti fa star male.
    Ti auguro di riprenderti presto e che l'umore salga per renderti la vita più sopportabile!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho appena appreso una cosa che mi sta facendo stare meglio... sperando che duri!
      Dunque, il mio nickname è una parola giapponese che significa, più o meno, "molti lamenti".
      Io non potrei mai vivere alle temperature alle quali stai tu...

      Elimina
    2. Nemmeno io credimi! Sto qua perché devo, potessi sceglierei altri lidi, credimi!!
      Molto lamenti! 😂😂
      E poi... speriamo che duri? Incrociamo le dita!! 🤞🤞

      Elimina
  3. Mi spiace che le cose stiano girando male, capisco che gli "incidenti" quotidiani tipo il caldo pesino ancora di più.
    Abbiamo tutti le nostre "rogne" private purtroppo, io passo la metà del mio tempo a immaginare scenari, eppure da qualche anno mi ritrovo in una situazione che non avrei mai potuto prevedere neppure negli angoli più reconditi del mio cervello...
    Bisogna essere molto zen, per noi nipponofili almeno è un atteggiamento che già in parte conosciamo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, soprattutto un atteggiamento che uno impara per autoconservazione.

      Elimina
  4. in tutto questo mi stavo chiedendo se 'molti lamenti' sa nuotare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho preso lezioni da bambina, ma poi non ho mai più provato.

      Elimina
  5. Mi spiace, a volte sembra che le sciagure debbano necessariamente venire tutte insieme senza dare tregua! :s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che odio il caldo, sarebbe decisamente meglio che le sfighe capitassero almeno in inverno in modo da non aggiungere disagio...

      Elimina