venerdì 25 febbraio 2022

Japanese film festival - seconda parte

 Oz Land

Ozu Rando: Egao no Maho Oshiemasu 

オズランド 笑顔の魔法おしえます

Kurumi è una ragazza soddisfatta: di se stessa, della sua città, del suo lavoro e del fidanzato. E' particolarmente contenta del fatto di essere stata assunta nella stessa ditta in cui lavora anche lui ma, ahimè, un bel giorno viene trasferita in quel di Kumamoto, a lavorare presso un parco di divertimenti. La sorpresa peggiore però ce l'ha quando, invece di essere assegnata alla pianificazione degli eventi, viene spedita a raccogliere la spazzatura. Tratto dal romanzo Ozu no sekai di Komori Yoichi, questo film non mi ha particolarmente impressionato. In genere le storie di questo genere contengono sempre una lezione o una morale, in questo caso, come da titolo, si dovrebbe insegnare la magia del sorriso. Difatti la protagonista passa dal broncio iniziale ad un inaspettato entusiasmo per il suo nuovo posto di lavoro, il tutto grazie al suo superiore che ride sempre e comunque. Mah. Quanto al cast, Kurumi è interpretata da Haru, il suo superiore da Nishijima Hidetoshi, mentre tra i vari colleghi ci sono Hashimoto Ai, Emoto Akira e Hamada Mari.

Mio's Cookbook

Mio-Tsukushi Ryouri-Chou みをつくし料理帖

Una cosa che mi ha sempre fatto sorridere dei giapponesi è che quando una storia piace la declinano in tutte le salse. Vedi questo film, che dopo due dorama (serie TV), ripropone le vicende narrate in una serie di dieci romanzi scritti da Takada Kaoru, ovviamente in maniera parziale. La Mio del titolo è una giovane di Osaka che è rimasta orfana nel 1801, in seguito a un'alluvione. Dopo aver perso la casa, la famiglia e anche la sua migliore amica Noe, viene salvata dal vagabondaggio dalla padrona di un ristorante che la prende come apprendista. Dieci anni dopo Mio è a Edo (Tokyo) e aiuta il proprietario di un ristorante di soba, mentre Noe, che lei crede morta, da bambina è stata venduta a un bordello ed è ora la cortigiana più famosa. Mio comincia a sperimentare in cucina perchè vuole fondere i sapori di Tokyo e di Osaka, ma il suo successo suscita invidia nel padrone del ristorante più famoso della città che prima copia la ricetta che l'ha resa popolare, poi paga un sicario per incendiarle il ristorante. Sarà proprio Noe ad aiutarla, offrendole una grossa somma di denaro per ricominciare. Film che non solo mi è piaciuto, ma mi ha anche fatto venire l'acquolina in bocca! Non conosco le due attrici protagonista, ma tra i comprimari ho riconosciuto Kobozuka Yosuke (il samurai di cui s'innamora Mio), Nakamura Shido (il protettore di Noe) e Sorimachi Takashi (l'indovino).

It's a Summer film

 サマーフィルムにのって Samaa Film Ninotte

Hadashi è appassionata di cinema; lei ama i film di samurai, ma il club del quale fa parte, che ogni anno finanzia un solo progetto, ha preferito produrre la pellicola romantica in cui recita la ragazza più popolare della scuola. Sostenuta dalle amiche, Hadashi decide di girare comunque il suo film dopo che finalmente trova un ragazzo adatto a interpretare il ruolo del protagonista. Quest'opera prima, molto carina, gioca con gli stereotipi dei film per adolescenti infilandoci anche un tema fantascientifico; malgrado questo non è affatto un film fantastico, ma resta ancorato alla realtà scolastica e a quei momenti in cui si comincia a diventare grandi avendo però ancora tutti i propri sogni intatti. 

Masked ward

Kamen Byoto 仮面病棟

Un rapinatore mascherato assalta un konbini, ferisce una passante, la rapisce e si rifugia con lei all'interno di una clinica per lungodegenti. Proprio in questa clinica ha appena preso servizio il dottor Hayami, che ha ripreso a lavorare dopo un incidente stradale nel quale ha perso la vita la sua fidanzata incinta. Mentre lui e il resto del personale viene tenuto in ostaggio dal rapinatore, Hayami instaura un rapporto con la ragazza ferita e scopre stranezze che lo portano a convincersi che nell'ospedale avvengano delle attività illecite. Ennesimo film tratto da un libro, questa volta di un tale Chinen Mikito che è sia medico che scrittore; questo romanzo in Giappone è stato un best seller, ma a parer mio il film non se la cava abbastanza bene, ha un ritmo più da prodotto televisivo che da grande schermo. Nel cast gli unici volti noti sono la mitica Eguchi Noriko che fa una delle infermiere e Otani Ryohei che è l'amico del protagonista.

Patema inverted

Sakasama no Patema サカサマのパテマ

A causa di un incidente durante un esperimento, si inverte la gravità terrestre, cosa che causa distruzione e perdita di vite umane. Molti anni dopo i sopravvissuti si sono divisi in due gruppi; da un lato ci sono quelli che non hanno subito alterazioni, dall'altro quelli per cui la gravità non esiste più. I primi vivono sotto una dittatura che nasconda quanto avvenuto, mentre i secondi vivono sottoterra e sottosopra; se non altro non vengono trascinati in cielo. Patema è la figlia del capo di quelli che vivono sottoterra; è curiosa e spesso va a girovagare in quella che è considerata la zona proibita. Un giorno viene sorpresa da un cosidetto "uomo-pipistrello" - in realtà una guardia della superficie - e mentre fugge cade e finisce appunto sulla superficie, dove viene salvata a nascosta da Age. I due ragazzini impareranno a conoscersi e a superare la reciproca diffidenza. Ero convinta che questo anime fosse tratto da un manga, invece è successo il contrario. Devo dire che mi è piaciuto e ho anche apprezzato l'idea originale. 

4 commenti:

  1. Mio-Tsukushi Ryouri-Chou mi sembra molto interessante anche perché i film in costume sono sempre di grande attrattiva.
    L'anime non lo conosco affatto ma non posso perdermelo! xD

    RispondiElimina
  2. La mia passione per gli anime mi spinge verso quello che hai recensito. Passione che mi ha fatto amare cose come Your Name e La Ragazza Che Saltava Nel Tempo, cos'è che quando ne parlo mi guardano come se fossi pazzo. Ma a me piacciono 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, succede anche a me! Ci sono diversi anime che mi sono piaciuti moltissimo, chi non li ha visto non sa che cosa si perde.

      Elimina