lunedì 8 novembre 2021

Trieste Science+Fiction Festival: terza parte

 Witch Hunt (USA 2021)

In una versione immaginaria degli Stati Uniti contemporanei, le streghe esistono ancora e sono perseguitate. Il governo effettua test su bambine e ragazze per scoprire preventivamente se sono streghe, mentre chi pratica la magia muore sul rogo. Si è formata una rete segreta di persone che aiutano le streghe a fuggire in Messico, dove invece vivono tranquille. La madre della protagonista fa infatti parte di questa rete e offre un temporaneo rifugio sicuro per le streghe in viaggio. Claire non è certo entusiasta dell'attività della madre, ma quando si trovano ad ospitare una coppia di giovani sorelle, la sua posizione sembra ammorbidirsi. Alle loro costole si mette però un agente speciale che ha intercettato una strega in fuga e l'uomo che la trasportava. Film carino, anche se non certo eccezionale. La cosa più originale è il rimando al finale del film Thelma e Louise.

Let the wrong one in (Irlanda 2021)

Deco è la pecora nera della famiglia. Tossicodipendente, combinaguai, la madre l'ha cacciato di casa; per giunta si è pure fatto mordere da una vampira. Il fratello però cede alle suppliche e lo fa entrare in casa, non sapendo della sua condizione, ma ben presto i suoi sintomi rivelano che Deco è diventato un vampiro pure lui. Intanto arriva un ammazza-vampiri, che però viene neutralizzato. I due fratelli però hanno guai ancora peggiori da affrontare. Decisamente a questo giro sono le commedie quelle che mi stanno piacendo di più; questa è decisamente demenziale e in certi momenti mi ha fatto morire dal ridere, per non dire che nei primi minuti la colonna sonora ha riprodotto due canzoni che mi piacciono moltissimo. Insomma, non sarà un capolavoro, ma è il tipo di film adatto per una sera di divertimento leggero.

Vampir (Regno Unito/Serbia/Germania 2021)

Arnaud è serbo di nascita, ma è cresciuto all'estero. Torna in patria, in fuga da non si sa bene cosa, e va a risiedere in un villaggio isolato dove gli viene concesso di vivere in una casa in cambio del suo lavoro come custode del cimitero. Subito comincia a notare strane cose e a fare sogni orribili. Sono veramente sogni o gli sta succedendo qualcosa di brutto veramente? Adattissimo per cagarsi addosso, questo film pare sia ispirato a fatti realmente accaduti nel Settecento. Riesce bene a trasmettere un senso di disagio e orrore, quindi a saperlo prima avrei anche fatto a meno di guardarlo XD Però fa il suo lavoro, non c'è che dire.

Salvadis (Italia 2021)

Ennesima dimostrazione che per fare qualcosa di buono sono più importanti le idee del budget. Questo piccolo film (dura meno di un'ora) è stato girato da Romeo Toffanetti che di mestiere disegna fumetti (Nathan Never), ma che si è già cimentato dietro la macchina da presa in passato. Siamo in un paese del Friuli Venezia Giulia, Barcis. Solo tre abitanti rimangono: due fratelli e un loro amico. I tre sono barricati nel paese, unica oasi di salvezza in un mondo ormai devastato da un'apocalisse zombie. Se però uno dei ragazzi è convinto di restare lì e addirittura insiste con l'amico perchè metta incinta sua sorella, in modo da ripopolare la razza umana, amico e sorella sono invece più scettici e non credono di essere gli unici sopravvissuti. Intanto però gli zombie continuano ad arrivare e loro devono difendersi. Non rivelo il finale, che per me è stata la ciliegina sulla torta che mi ha fatto apprezzare ancora di più il tutto.

Warning (Stati Uniti/Polonia 2021)

Ecco uno di quei film che non hanno una trama strutturata, ma presentano diversi personaggi in diverse situazioni per descrivere un futuro nel quale non vorrei mai vivere. Tutto sembra in realtà molto simile al presente, non fosse per la massiccia intrusione della realtà virtuale e della tecnologia nelle vite delle persone. C'è chi ha registrato la propria relazione e la rivive morbosamente dopo che è finita, chi prega un'app che chiama Dio e che registra i peccati commessi, chi è diventato immortale, chi scambia il proprio corpo con quello di un'altra persona per un paio di giorni durante i quali realizzare le proprie fantasie. E c'è uno sfigato di un manutentore spaziale che per un guasto si trova a fluttuare nello spazio senza che nessuno possa salvarlo, ma che alla fine sarà l'unico uomo sopravvissuto al mondo. Bello, però che angoscia!!


Nessun commento:

Posta un commento