mercoledì 20 ottobre 2021

the day will come

 

Strana cosa, quella che hanno combinato con questo film: lo hanno diviso in tre parti, hanno aggiunto dieci minuti di girato qua e là e l'hanno messo su Netflix in forma di miniserie. Lasciarlo come film intero no? Tanto più che ha ricevuto alcuni premi... Ma vai a capire come ragionano su Netflix! Comunque sia, la storia di questo film è ispirata a eventi realmente accaduti negli anni Sessanta in Danimarca, ovvero una serie di abusi commessi su ragazzi affidati a istituti che avrebbero dovuto prendersene cura. Pestaggi, pedofilia, addirittura uso sperimentale di farmaci e droghe: tutto questo venne documentato in un rapporto ufficiale uscito nel 2011 di cui il film fa il sommario attraverso il calvario subito da due fratelli, Erik ed Elmer, che vengono messi in istituto perchè la madre, malata di cancro, deve essere ricoverata in ospedale e lo zio disoccupato non viene ritenuto adatto ad occuparsi di loro. Erik, il maggiore, è molto protettivo nei confronti di Elmer, ma le sue attenzioni hanno poco peso in quell'ambiente dove, su consiglio di ragazzi che sono lì da più tempo, la cosa migliore è diventare fantasmi, ovvero farsi notare il meno possibile. Tuttavia nè Elmer, che ha una grande fantasia e vuole diventare un astronauta, nè Erik, con il suo coraggio e il suo forte senso di giustizia, riescono bene nell'intento. Alla fine però sarà proprio Elmer a salvare Erik. Questo è il genere di film che mi piace ma che, al contempo, mi fa venire il magone.


Nessun commento:

Posta un commento