mercoledì 22 settembre 2021

lagheggiando

Lo scorso fine settimana col marito sono stata sul Lago Trasimeno. Negli ultimi anni ci siamo dati ai laghi; dopo il Garda, il Maggiore e quello di Como, per non dire di altri più piccoli, ci mancava giusto quello. A dire il vero io c'ero stata da ragazzina insieme ai miei genitori, ma dopo tanti anni è stato come se fosse stata la prima volta anche per me. 

La nostra prima tappa è stata un fuori programma. Quando siamo passati per Monterchi infatti il marito ha deciso di fermarsi ad ammirare la Madonna del Parto di Piero della Francesca. La deviazione ci ha portato via poco tempo e siamo arrivati a Castiglione del Lago, dove avremmo alloggiato, a ora di pranzo. 

Presa la stanza e mollato il borsone, ci siamo recati nel centro storico - il nostro B&B era infatti nella parte bassa della città, vicino al lago - abbiamo mangiato e poi abbiamo fatto un giretto per il paese. Il marito aveva esagerato col vino, abbastanza per avere la bocca impastata e dire cavolate (tipo che il crudele signorotto medievale impiccava le Barbie XD), ma per fortuna non tanto da non deambulare o sentirsi male. 

Smaltita del tutto la mezza sbornia, nel tardo pomeriggio ci siamo spostati a Panicale, da dove si ha una bella vista della piana sottostante e del lago.

Vi si svolgeva la manifestazione Fili di Trama, una mostra-mercato dedicata a ricamo e merletto. In realtà c'erano pochi espositori, non so se perchè si trattava di un'edizione ridotta da Covid o no. 

Noi ci siamo fatti un giretto e devo dire che Panicale ci è piaciuto un sacco! Del resto fa parte, insieme agli altri posti visitati in questa mini-vacanza, dei borghi più belli d'Italia.

Mentre calavano le prima ombre della sera, ci siamo spostati nel vicino borgo di Paciano, anche quello molto carino, dove poi siamo rimasti per cena.

Una delle poche vie che lo compongono è stata decorata con ombrelli appesi; non è la prima volta che mi imbatto in questo tipo di installazione o arredo urbano che dir si voglia, e devo dire che lo trovo sempre divertente.

Domenica mattina, dopo aver fatto colazione, siamo partiti alla volta di San Feliciano per prendere da lì il traghetto che ci avrebbe portati all'isola Polvese.

Nel lago Trasimeno ci sono tre isole e questa è la più grande; è disabitata e adibita a parco scientifico-didattico. Una parte è piena di ulivi, alcuni dei quali centenari, l'altra ha invece un bosco di lecci. 

Vi si trovano tra l'altro le rovine di un castello e di una chiesa. La combinazione di rovine, natura incontaminata, acqua tutto intorno e, per fortuna, pace - c'era pochissima gente - ha fatto sì che mi sia goduta la visita moltissimo.

Tornati sulla terraferma, era quasi ora di pranzo e quindi ci siamo diretti alla nostra ultima tappa, Passignano. E che botta di culo che abbiamo avuto! Infatti mentre eravamo a tavola è venuto un temporale mostruoso, con raffiche di vento fortissime, ma a ora che abbiamo finito era tornato timidamente fuori il sole e così abbiamo potuto visitare il borgo senza problemi.

Questi posti mi sono piaciuti un sacco e un'altra cosa positiva è che abbiamo incontrato molti gatti. Quello della foto per esempio è Jerry, uno dei tre gatti del nostro B&B. Insomma un week-end riuscito, e meno male, visto che per me questo è stato solo il secondo viaggio quest'anno (prima del covid ero sempre in giro...).


14 commenti:

  1. Anche per me è stato un anno all'insegna dei laghi, in particolare quest'anno abbiamo visitato quello di Garda, con visita di Sirmione e Desenzano, e quello d'Iseo, visitato (e navigato) in luglio durante la settimana trascorsa in val Seriana. Il lago Trasimeno, invece, con tutti i paesini descritti da te (a Passignano avevamo il b&b) l'abbiamo visitato nell'autunno del 2018. Bellissimi posti.
    Curiosità: gli ombrelli appesi in quel modo li ho visti anch'io a Clusone, piccolo paese della val Seriana in provincia di Bergamo, che abbiamo visitato appunto quest'anno. Io pensavo che fosse un'idea esclusiva e curiosa del paese di Clusone, ma se mi dici che li hanno appesi anche a Paciano, si vede che è una tradizione generalizzata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Paciano c'era un cartello informativo che spiegava che la prima città ad avere avuto questa idea sia stata la portoghese Águeda nel 2012. A me era capitato di vederli anche a Bath e a Ravenna. E' bello vedere che una volta tanto è stata copiata un'idea divertente, ho l'impressione che invece a diventare virale sia sempre il peggio XD

      Elimina
  2. Ti manca giusto il lago dorato, come quello del film.... che ho inserito anche nel mio fumetto
    :,-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, il tuo è magico... Se esistesse davvero ci andrei di sicuro!

      Elimina
  3. è una zona bellissima, confermo! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi mi ha piacevolmente stupito il fatto che tutto intorno al lago il territorio sia ancora "selvaggio", non ci hanno costruito indiscriminatamente.

      Elimina
  4. Anche io vorrei tanto visitare un lago, ma sai che non ne ho mai visto uno?? Dalle mie parti c'è solo mare, e quando viaggio finisce sempre che scelgo una città d'arte o una grande capitale. 😅
    Comunque avete fatto benissimo a concedervi questa pausa. Bravi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La dimensione del lago è diversa da quella del mare, più tranquilla. A me piacciono in generali i luoghi sull'acqua, visto che non mi interessa abbronzarmi alla fine il lago è un'alternativa ottima al mare XD

      Elimina
  5. Avevo visto già i background su instagram ;-)
    Io sono "transitato" accanto al Trasimeno tante volte (l'Umbria ce l'ho abbastanza vicina) ma non ho mai fatto un tour del lago. Mi hai convinto: devo farlo prima o poi, ne vale la pena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ne vale decisamente la pena! Io vorrei tornarci già domani...

      Elimina
  6. I laghi mi piacciono anche più del mare, hanno un fascino particolare e romantico, quasi malinconico. Mi hai fatto venire una gran nostalgia! Mi tocca organizzare una gita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, è proprio quell'atmosfera romantica e malinconica che li rende speciali.

      Elimina
  7. Ci sono stata anche io
    Il lago non mi è piaciuto tanto, ma Castiglione del lLago l'ho adorato! Peccato il caldo che ha reso l’esperienza parecchio soffocante, ma ne è valsa comunque la pena!!
    Belle foto, complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Sì, Castiglione è molto bella. Immagino il disagio, col caldo del'estate...

      Elimina