lunedì 20 settembre 2021

il sapore delle margherite

 

Due stagioni belle toste (le puntate durano più di un'ora) per questa serie spagnola - o meglio: galiziana, tant'è che la versione originale è parlata proprio in galiziano - che tratta di un tema forte come quello della prostituzione minorile. In uno di quei paesi di provincia in cui non succede mai niente, arriva la tenente Rosa Vargas al suo primo incarico: rintracciare una ragazza scomparsa. In realtà però la donna non si chiama affatto Rosa Vargas e il suo scopo reale è scoprire che fine ha fatto sua sorella, scomparsa anche lei. Mentre cerca sue notizie, Rosa viene a conoscenza di una rete di prostituzione e di un gruppo di uomini potenti che organizzano festini sadomaso durante i quali ci scappa spesso la morte di qualche ragazzina. Smantellare la rete però si rivela un compito molto difficile perchè il gruppo gode della protezione - comprata con fior di quattrini - di poliziotti e magistrati. So che questa serie ha avuto successo ed è anche stata premiata, però a me non ha convinto fino in fondo, anche se mi è piaciuta. L'argomento è di certo interessante e il personaggio di Rosa è intrigante, ma mi è sembrato di notare alcune incongruenze, cosa che mi ha disturbato.


Nessun commento:

Posta un commento