mercoledì 31 marzo 2021

marzo tricolore

Tricolore perchè siamo partiti arancioni, siamo diventati quasi subito arancione scuro e in breve siamo finiti rossi. Questo mese ha continuato a essere benedetto dal bel tempo e da temperature a tratti fin troppo miti. Ovviamente non sono andata in giro nemmeno nelle ultime settimane, per cui ho proseguito con i miei pastrocchi casalinghi. Confesso che ultimamente sto provando una certa insofferenza per gli arresti domiciliari, però non mento quando dico che avevo dato per perso anche il 2021. In realtà quando lo dicevo, probabilmente pensavo di più all'impossibilità di fare viaggi seri, non al fatto che ci rinchiudessero in casa di brutto. Che poi a volte ho l'impressione che rinchiusi in casa ci stiamo solo noi coglioni, visto che in giro c'è un sacco di gente e la situazione non è nemmeno lontanamente paragonabile a quella dell'anno scorso. Meno male che un po' di primavera me la sono potuta godere lo stesso senza infrangere le regole, visto che ho del verde proprio dietro casa.


13 commenti:

  1. Io ho la "scusa" (pensa te) che devo andare al lavoro, quindi comunque esco tutti i giorni. Per il resto, le cose che mi servono cerco di farle tutte nei paraggi di casa (e per fortuna abbiamo un Conad, una tabaccheria e un'edicola proprio a pochi metri dal portone).
    Certo, stare chiusi a casa nel weekend è pesante, specialmente ora che le giornate diventano belle. Ne sto approfittando per avvantaggiarmi coi miei pseudo-fumetti, però al tempo stesso non vedo l'ora che questa cosa finisca. Sono talmente pronto a tutto per uscirne che andrei persino a farmi il vaccino astra-zeneca se ne avessi la possibilità :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ironia della sorte, il tempo è splendido in questi giorni! Scommetto che appena torneremo tutti gialli comincerà a piovere XD

      Elimina
  2. Io ho sempre continuato a lavorare, anche durante il lockdown duro di un anno fa, per cui non ho sofferto particolarmente di sindrome da segregazione. In più, a camminare si è sempre potuto andare. Certo è che le uscite della domenica o del weekend coninciano a mancare. Per non parlare poi delle vacanze, quello ormai le ho date per perse, almeno per quest'anno. Speriamo nel prossimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio marito soera di riuscire a fare qualche week-end fuori qui in Italia, io preferisco non farmi troppe illusioni. Viviamo alla giornata e, se si potrà andare, ne approfitteremo.

      Elimina
  3. Io sono tra quelli che vanno in giro, perché son stufa di stare chiusa a casa da un anno, a vuoto.
    Ogni mattina faccio due km a piedi con mio marito e mio figlio, in aperta campagna, dove non passa un'anima.
    E il pomeriggio, invece, porto Lorenzo al parco sotto casa.
    Non ho più intenzione di curare le sue ferite psicologiche a causa della scelleratezza di molti e dell'inadeguatezza di uno Stato assente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho trasgredito in realtà, ma andando in un posto in camagna dove sono quasi sempre sola. Con questo tempo splendido e gli alberi e i prati pieni di fiori, stare sempre chiusa in casa sarebbe un delitto.

      Elimina
  4. in effetti anche a me ogni tanto sale il sospetto di essere l'unico fesso che resta in casa se non ha urgenze o commissioni...
    diversamente non si spiega la situazione contagi perennemente in allerta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. La mia città nelle ultime settimane è stata un disastro, se si fossero rispettate di più le regole ci sarebbero stati molti casi in meno di sicuro. Sabato sera i moldavi del palazzo accanto facevano la grigliata con amici e parenti, domenica in un altro appartamento si vedevano almeno sei persone a tavola (e ci abitano in due).

      Elimina
  5. Con tutti sti chiudi e apri si è ottenuto l'effetto contrario a quello desiderato. Non c'è più rigore, la gente fa un po' quello che gli pare e le forme di contenimento si vanno a fare benedire a scapito di noi ligi alle ordinanze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la ciliegina sulla torta è la notizia che si può andare in vacanza all'estero... Senza parole!

      Elimina
  6. Guarda, hai scritto proprio bene che forse in casa ci stiamo solo noi "coglioni"... è un tedio ormai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica consolazione è che almeno per Pasqua potrò legittimamente invitare a pranzo mio figlio maggiore (l'altro è bloccato a Milano).

      Elimina
    2. Anche uno dei miei fratelli è bloccato a Milano da mesi ormai.. :s

      Elimina