lunedì 11 gennaio 2021

Frontiera verde

Passare dai Pirenei alla foresta tropicale è un attimo, almeno su Netflix, ed è proprio quello che ho fatto grazie a questa miniserie. La giovane detective Helena Poveda viene spedita da Bogotà a Puerto Manigua, una località che si trova in prossimità della Foresta Amazzonica e vicina al confine con Brasile e Perù, per indagare sull'omicidio di quattro missionarie. Affiancata dal poliziotto indio Reynaldo, durante il sopralluogo nella giungla Helena trova il cadavere di una donna che pare sia stata uccisa in un rituale. Il cuore infatti le è stato estratto dal petto, ma il corpo non presenta segni di sanguinamento. Le indagini di Helena però sono rese difficili dai poliziotti del posto che non solo non le prestano aiuto, ma presto si rivelano in combutta con un uomo crudele che possiede alcune segherie. Invece la scoperta dell'identità della donna mutilata, anch'essa india, riporta Helena ai segreti della sua infanzia. Questa serie colombiana mi è piaciuta molto, però sono rimasta delusa dal finale che mi è sembrato tronco e non chiaro. Fino ad allora però mi sono goduta l'atmosfera mistica, quasi magica, e mi è piaciuto sapere del coinvolgimento degli indios nella produzione, non solo in veste di attori. Senza calcare troppo la mano, si parla dei problemi di sfruttamento della foresta, argomento ahimè noto, in confronto ai quali sembra che nessuno sia in grado di fare nulla per via dei forti interessi economici che ci stanno dietro e della violenza delle persone senza scrupoli che li perseguono. In questa luce i personaggi di Yua e Ushe, i due indios dotati dello speciale potere di comunicare con quello che chiamano l'albero della vita, appaiono ancora più coraggiosi e insieme commoventi, ultimo baluardo quale sono di uno stile di vita in armonia con la natura e che della natura conosce i segreti. Peccato appunto per il finale, che avrei voluto più articolato.

2 commenti:

  1. Io ho appena finito Perdida, ambientata in Colombia e Spagna (c'è tutto il Sud America da scoprire mannaggia) ma Netflix non mi ha proposto questa ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora capito il criterio con cui propone le cose. Il genere, immagino, a volte il paese, però mi sa che va anche un po' a casaccio!

      Elimina