martedì 8 dicembre 2020

Baccano!

Vista in extremis prima che Netflix la rimuovesse dal catalogo, questa serie anime è di quelle che mi suscitano sentimenti controversi. E' tratta da una serie di light novel e risale al 2007; i protagonisti sono alchimisti immortali e mafiosi. L'ambientazione è quella della New York degli anni Trenta, con escursioni nel passato, difatti il mio primo problema con questo anime è il continuo saltare da un anno all'altro. Questi sbalzi temporali e il numero elevato di personaggi ha fatto sì che nelle prime puntate non ci stessi capendo una beata minchia, anche se poi, proseguendo nella visione, ho cominciato a intravedere il senso logico... relativo, perchè il tutto mi è sembrato comunque abbastanza incasinato. Comunque sia, il gruppo degli alchimisti è diventato immortale ed eternamente giovane dopo aver evocato un demone. Questo demone ha concesso a uno di loro la conoscenza di come creare il filtro dell'immortalità e li ha informati dei loro poteri, primo tra i quali quello di assorbire le persone acquisendone ricordi e saperi. Tra gli alchimisti si crea una fattura perchè uno di loro vorrebbe la formula per poterla usare e creare altri immortali, però la maggioranza vota contro e così lui comincia a papparsi i colleghi. Duecento anni dopo – negli anni Trenta, appunto – ritroviamo gli alchimisti superstiti e diversi fuorilegge, alcuni dei quali diventano a loro volta immortali. E' di sicuro un prodotto per un pubblico adulto, visti i continui spargimenti di sangue e certe scene decisamente poco adatte a bambini piccoli; è anche vero che il tutto è trattato con un tono più da commedia che da tragedia, con una sfilza di personaggi esagerati quando non di macchiette. Questo è l'altro problema, per quelli che sono i miei gusti, perchè questo tipo di personaggi li sopporto in misura limitata. Tuttavia non posso dire che questo anime non mi sia piaciuto, né che non sia un prodotto valido; i disegni sono belli, l'animazione buona, il cast dei doppiatori notevole.

4 commenti:

  1. Non mi ha mai troppo attirato, come titolo.
    Forse proprio per la componente fantastica.
    Certo devo riconoscere che l'ambientazione è originale...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ritmo è sostenuto e quindi non ci si annoia, si arriva bene fino alla fine, però boh, non mi ha convinto al 100%.

      Elimina
  2. Mi sa che me lo sono perso ma da come ne parli credo di poter sopravvivere anche senza.. già la mia mente è confusa di suo, figuriamoci con un anime che manda in confusione.. ahahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è venuto in mente Dark con tutti quegli andirivieni temporali...

      Elimina