martedì 12 maggio 2020

Il peso dei segreti - Aki Shimazaki


Piove da quando mia madre è morta. Sono seduta accanto alla finestra che dà sulla strada. Aspetto l'avvocato di mia madre nel suo studio, ci lavora solo una segretaria.

Aki Shimazaki è nata a Gifu, ma si è trasferita in Canada nel 1981 e scrive in francese, eppure questo suo libro è profondamente giapponese. Costruito in cinque sezioni, ognuna delle quali riporta la storia, narrata in prima persona, di uno dei personaggi, il romanzo racconta appunto di una serie di segreti conservati gelosamente, alcuni fino alla tomba, e ci mostra come questo abbia influito sulle loro vite. Gira tutto intorno a due nuclei familiari; da un lato abbiamo gli Horibe – padre, madre e figlia – dall'altro i Takahashi – padre, madre e figlio. Tra di loro esiste un legame segreto che porterà a una tragica conseguenza sullo sfondo della guerra e della bomba atomica di Nagasaki. E' interessante vedere come questo segreto però non impedisca ad alcuni di loro di essere comunque felici, anche se viene da chiedersi che cosa sarebbe successo che fosse stato rivelato subito. La scrittura di Shimazaki è delicata e poetica, e mi sono ritrovata con gli occhi umidi in più di un'occasione. Questo è uno dei libri più belli e toccanti che ho letto ultimamente, tornerò sicuramente a quest'autrice.

4 commenti:

  1. Io di suo ho letto "Il cuore di Yamato" e mi ha un po' deluso... Comunque mi annoto questo titolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Pensavo di leggere anche quello...

      Elimina
    2. Beh, ovviamente il mio giudizio è quello di un comune lettore, non certo quello di un critico. Magari a te la lettura dei racconti concatenati de "Il cuore di Yamato" farà un altro effetto.

      Elimina
  2. A me era piaciuto tantissimo questo libro!

    RispondiElimina