domenica 12 aprile 2020

Fleabag


Avevo sentito parlare benissimo di queste serie e quindi l'ho affrontata con la consueta punta di scetticismo, ma devo dire che merita la fama che ha. Fleabag è nata per caso da uno sketch improvvisato ad opera di Phoebe Waller-Bridge, la brava attrice che interpreta la protagonista e che è anche autrice della piece teatrale dalla quale è tratta la serie. Siamo di fronte a uno di quei personaggi che non si sa se ci fanno più ridere o più piangere. Se da un lato le avventure di Fleabag sono spesso esilaranti, dall'altro è chiaro che la ragazza non sta bene. In effetti non è nemmeno facile decidere se lei è vittima delle circostanze o se piuttosto le circostanze le ha create; probabilmente un misto di entrambe le cose, anche perchè di sicuro chi le sta accanto non è di molto aiuto, vedi la sorella che, pur volendole bene, ha un atteggiamento spesso scostante nei suoi confronti, o la nuova compagna del padre, personaggio semplicemente agghiacciante come il suo sorriso da Joker. Insomma, lo show funziona alla grande e le risate non mancano, benchè a volte agrodolci; viene da dispiacersi perchè le due stagioni sono brevi sia per numero di episodi che per durata degli stessi, ma alla fin fine forse è meglio così perchè le cose belle a tirarle per le lunghe non è detto che mantengano la stessa qualità.

10 commenti:

  1. Potrei vederlo su Amazon ma non ci ho ancora provato, mi manca l'ispirazione per così dire. Lo terrò presente.
    Con l'occasione, buona Pasqua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona Pasqua anche a te!
      Quando ti verrà l'ispirazione, secondo me ti piacerà perchè sei una persona che ha il senso dell'umorismo, come traspare chiaramente dalle tue divertenti strisce ^___^

      Elimina
  2. Mi piace questa ambiguità. Situazioni volute o no? Vittima o meno?
    Penso che ognuno è vittima di quel che crea... quindi questo mi piacerà :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, anche se quasi sempre si cerca di dare la colpa a qualcuno o qualcos'altro.

      Elimina
  3. Piaciuto anche a me. Sul genere ti consiglio After Life con Ricky Gervais.

    RispondiElimina
  4. Mi fa piacere che alla fine ti sia piaciuto come mi accennavi. Peccato sia così breve, perché merita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavo pensando che sarebbe bello poter vedere anche la versione teatrale.

      Elimina
  5. Ho visto le prime due puntate ma... ni.. Lei mi irrita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente è un personaggio che può risultare antipatico.

      Elimina