martedì 17 settembre 2019

vai dove ti porta il culo



Ma voi l'avete letto Vai dove ti porta il cuore? Io no. Soffro di una forma di snobismo che mi porta spesso a smerdare le cose che tutti decantano. Credo che il problema siano le aspettative: se tutti non fanno che dire che bello, che bello io mi aspetto chissà che e rimango delusa. Motivo per cui ho cominciato a vedere Il Trono di Spade con qualche anno di ritardo, per dire, e meno male che in quel caso la delusione non c'è stata (eccezione che conferma la regola?). Comunque nel caso del libro della Tamaro credo che sia stata colpa anche del titolo; probabilmente è uscito in un periodo della mia vita in cui bastava la parola cuore a farmi venire l'orticaria. A parte che non so nemmeno se sono il tipo da andare dove mi porta il cuore; sono più razionale che impulsiva, più pragmatica che sentimentale, sono una romantica fallita. Quasi sempre mi sono trovata a seguire gli eventi anzichè a crearli. Poi stavo anche considerando la serendipity, che io la chiamo così ma forse la dovrei chiamare destino, sta di fatto che mi è capitato spesso di andare in una certa direzione perchè è successo qualcosa che mi ci ha fatto andare senza che lo avessi previsto o pianificato. Tutto considerato però finora mi è anche andata bene, quindi posso dire che sono andata dove mi ha portato il culo. E intendo continuare a farlo.

2 commenti:

  1. Anche io sono approdato a certi must abbastanza tardi, tipo la saga di Potter, che ho letto e visto anni dopo il lancio e devo dire che mi è piaciuta moltissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà, magari aiuta il fatto di gustarsi certe cose dopo qualche tempo, tanto se sono valide lo sono anche quando sono "passate di moda".

      Elimina