venerdì 22 febbraio 2019

enjoy the silence


Dovrei forse rompere il silenzio, visto che sono già diciassette giorni che non posto qui sul blog e anche se voi non ve ne siete accorti, immagino che Hiroki si stia preoccupando. Dunque, caro Hiroki, non ho scritto perchè ero diversamente indaffarata, non perchè avessi le paturnie. Ovvero, ho avuto anche quelle, ma adesso sono abbastanza calma. Merito della mia memoria che continua a peggiorare e che mi fa dimenticare rapidamente le cose, presumo, difatti se il pensiero ritorna, ritorna anche il malumore, forse ridotto giusto a una punta, ma sempre latente. Sì, perchè se da un lato è bello che una certa vicenda si sia conclusa, dall'altra resta il fatto che non mi è stato dato ragione come volevo; semplicemente l'avversario si è ritirato dalla competizione. La si può dunque chiamare vittoria? No, se non la sento come tale. La chiamerò dunque conclusione, e buonanotte. Cambiando discorso: ma tu sei allergico alla polvere? Io no, per fortuna, visto che ne sto mangiando in quantità industriali durante le pulizie alla vecchia casa. Sto anche facendo l'aerosol con il Pronto e il Vetril, ma visto che ciò che non ammazza ingrassa non mi preoccupo più di tanto (malgrado di chili superflui ne abbia già troppi). Il mal di schiena è un altro problema, per questo faccio tante piccole rate. Eh, lo so che una persona normale avrebbe già finito da un pezzo, ma io non sono masochista nè voglio rischiare il colpo della strega. E adesso torno a farmi due risate con l'esilarante serie coreana che sto vedendo in questi giorni. Ciao!

Nessun commento:

Posta un commento