domenica 2 dicembre 2018

un mese in quattro foto: novembre


La foto non rende, ma sono molto soddisfatta di com'è venuta questa sedia. L'ho ripescata tra le cianfrusaglie della cantina insieme alla sua gemella che però era spaccata; immagino risalga agli anni Sessanta o forse Settanta. Mi piaceva molto la forma, così è stata ripulita e riverniciata (la seduta aveva una brutta macchia). Spero che non si sfondi pure lei!



Mi sa che questi sono gli ultimi Pernigotti che mangio. Mi dispiace, ma mi rifiuto di mangiare cioccolato fatto in Turchia con indosso un marchio storico italiano. Poi sì, mi rendo conto che l'argomento è complicato, diciamo che questa è la mia reazione istintiva.



Se vi piacciono i libri e le librerie, dovete assolutamente andare alla Libreria Acqua Alta di Venezia. Si trova in Calle Longa S. Maria Formosa 5176/b, però io ci sono capitata casualmente entrambe le volte che l'ho visitata. La sua particolarità sta nell'ambiente e nell'arredamento: un'accozzaglia di libri usati e nuovi inframmezzati da gondole e vasche da bagno, per non dire del famoso gatto che la abita (e che purtroppo non sono ancora riuscita a fotografare). E' un posto magico in cui perdersi, purtroppo rischia di diventare claustrofobico quando c'è troppa gente, visti gli spazi augusti, ma mi piace troppo!


Questo è uno dei Photoautomat che stanno a Firenze; in diverse città europee queste cabine sono state restaurate e messe a disposizione, perfettamente funzionanti. Con € 2 si ottengono quattro foto in bianco e nero o a colori (dipende dalla cabina) rigorosamente analogiche. Io mi ci fiondo dentro ogni volta che ne trovo una e siccome non sono fotogenica e il flash è impietoso, risolvo le cose facendo le boccacce.



Nessun commento:

Posta un commento