lunedì 12 febbraio 2018

Knightfall


Ho cominciato a vedere Knightfall perchè, finiti i libri della serie del Trono di Spade, mi era venuta una botta di nostalgia. Ovviamente le due cose non hanno nulla in comune a parte l'ambientazione medievale e la presenza di re, cavalieri e duelli. Knightfall, serie composta di 10 episodi, è ambientata all'inizio del 1300 e tratta della caduta dell'ordine dei Templari ad opera di Filippo il Bello. Una delle mie fisse di sempre è quella per il medioevo; tutto deriva dalla Guchi bambina/ragazzina che porta ancora tracce di sè nella Guchi vecchia e rimbambita (e sempre lo farà). Ho sempre oscillato tra desiderare di essere la principessa salvata dal cavaliere o il cavaliere stesso; in tempi più recenti effettivamente ho propeso più per quest'ultima evenienza. Comunque sia, film, telefilm e libri di ambientazione medievale continuo a gradirli molto, e forse questo ha a che fare anche con il mio gradimento per il genere fantasy, visto che appunto gli scenari fantasy sono quasi sempre molto simili al medioevo.

il cavaliere Landry

Tornando alla serie, il protagonista è il cavaliere Landry che si ritrova a capo dei Templari parigini dopo che Godfrey, suo mentore e precedente capo, viene ucciso in un combattimento. Ben presto è chiaro che dietro a questa morte e ad altri turbolenti avvenimenti c'è il Santo Graal, che pareva essere stato perso quindici anni prima durante il fallimento dell'ultima crociata e che invece è sempre stato nelle mani di Godfrey. Mentre Landry è impegnato nella ricerca, a corte il potente ministro Nogaret cospira alle spalle del re per aggiudicare il matrimonio più politicamente conveniente alla principessa Isabella. Landry stesso ha da due anni una tresca niente di meno che con la regina Giovanna che, come da copione, rimane incinta. Ovviamente queste sottotrame sono puramente inventate per rendere tutto più accattivante. Vabbè. 

Nogaret e Filippo il Bello

Ad ogni modo, a me questa serie è piaciuta molto, l'ho trovata molto ben realizzata; non so quando uscirà il seguito, spero di non dover aspettare un'eternità. Nell'ultima puntata tutto è rimasto in sospeso e non si è ancora andati vicino alla rappresentazione della tragica e ingiusta eliminazione dei Templari, vittime di giochi di potere e tornaconti economici. Una curiosità: la credenza che il venerdì 13 porti sfiga deriva dal fatto che fu proprio di venerdì 13 (ottobre 1307) che Filippo il Bello ordinò il simultaneo arresto di tutti i cavalieri Templari di Francia.

3 commenti:

  1. Si anche io avendo la fissa per il medio evo non mi sono lasciato sfuggire questa serie anche se devo dire che all'inizio era dubbioso se seguirla o meno ma poi ho iniziato e l'ho trovata molto apprezzabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se questo santo graal un po' ha stressato, lo infilano ovunque! XD

      Elimina
  2. Si è vero dai tempi del mitico film Excalibur di John Boorman ormai è diventato un servizio di bicchieri per 24 coperti :D

    RispondiElimina