domenica 17 settembre 2017

sette dolori


Qualche giorno fa, in occasione dell'11 settembre, su Facebook girava un post con la foto delle torri gemelle in fiamme e la scritta: scommetto che tutti si ricordano quello che stavano facendo quel giorno. Difatti me lo ricordo pure io che in fatto di memoria ultimamente ho le capacità di un criceto. A parte lo sbigottimento davanti alla TV quando vidi la notizia e il successivo SMS inviato al marito, ricordo che la sera avevamo in programma di andare a cena alla Fira di Sett Dulur di Russi. Ci interrogammo sull'opportunità o meno di farlo e alla fine decidemmo di provarci comunque, partendo senza la certezza che ci dessero da mangiare visto che mezzo mondo era sotto shock. Difatti finimmo sotto un tendone semi-deserto in una città che invece che in preda a una sagra paesana pareva reduce da una massiccia emigrazione. Da mangiare comunque ce lo diedero, e ce lo hanno dato pure venerdì sera, che per sbattere un po' l'arterio il marito ha voluto andare fuori a cena. 


il bel e cot, variante locale del cotechino

Confesso che non sono una fan delle sagre di paese visto che non amo il casino, e che aspettare un'ora per mangiare un piatto di cappelletti che ti fanno pagare come al ristorante con la differenza che stai seduto scomodo su una panca non costituisce esattamente il mio ideale di cena. Per fortuna a questa sagra esistono anche sistemazioni più comode, difatti noi siamo andati al circolo Anspi e la schiena l'abbiamo potuta appoggiare. Causa pioggia c'era poca gente in giro e molte bancherelle erano chiuse, ma tanto a noi interessava più che altro mangiare e fare due chiacchiere con la coppia di amici che ci ha accompagnato; prima che ricominciasse a piovere siamo anche riusciti a vedere gli sciucaren e un'esibizione di tango. Son cose.

2 commenti:

  1. oh me lo ricordo anche io molto bene, erano le 15e30 ed ero in negozio e una cliente parlando al cellulare con un'amica le ha detto: come???!!! hanno bombardato le torri gemelle??!!!!
    Io e la mia collega ci siamo guardati come se avessimo a che fare con una pazza...

    per le fiere qui è uguale con l'Oktoberfest dei poveri, una birra e un panino coi crauti e salsiccia... 20€ della serie che mi vedono ancora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E oltretutto i ristoratori "regolari" sul sentiero di guerra perchè si vedono portare via i clienti...

      Elimina