venerdì 9 settembre 2016

La spada delle Highland - David Gemmell


Allora mi conosci? Lo supponevo, perchè è raro che un viaggiatore si rechi nelle Highlands all'inizio dell'inverno. Cosa sei... uno studioso, uno storico o entrambe le cose? So che non sei un mago e sembri essere disarmato... ah, un cantastorie! Ebbene, c'è onore anche nel fare questo mestiere.

Questo è l'ultimo libro che recensirò di questo autore in quanto ho finito di svaligiare la biblioteca della mia città, dando fondo a tutti i suoi titoli. Purtroppo ne mancano, ma pare che siano introvabili in cartaceo e il fatto che dopo mesi non abbia ancora cominciato a leggere l'unico ebook che possiedo, mi fa concludere che mi posso risparmiare la fatica di cercarli in questa forma. Per fortuna ho chiuso in gloria con questo Morningstar che mi è piaciuto particolarmente. E' stato notato che gli eroi di Gemmell non sono mai perfetti; hanno sempre qualche pecca che comunque ce li fa sentire più vicini perchè in questo dimostrano la loro fallibile umanità. Il protagonista di questo romanzo, Jarek Mace, è la quintessenza di ciò: un ladro cinico ed egoista che però diventa suo malgrado l'eroe della situazione. La sua storia è narrata da uno dei suoi compagni, testimone oculare delle vicende che lo hanno reso un mito e che, raccontate da lui, si dimostrano molto diverse da come le ha indorate la leggenda. Mi è piaciuto questo modo di costruire la trama; peccato solo che da un certo punto in poi si intuisca chiaramente come andrà a finire Morningstar.

Nessun commento:

Posta un commento