giovedì 26 marzo 2020

Le incredibili avventure di Fuku-chan


Secondo film visto in streaming grazie alla collaborazione del FEFF con Mymovies, questo Fukufukusou no Fukuchan 福福荘の福ちゃん (Fuku-chan degli appartamenti Fukufuku) è uno di quei film che uniscono diversi elementi che amo in certo cinema giapponese: la dimensione quotidiana (che mi fa desiderare di saltare sul primo volo per Tokyo), la poesia e una vena surreale. Protagonista è Fukuda, un uomo mite e gentile che lavora come imbianchino e passa il tempo libero costruendo aquiloni. Fukuda non ha mai avuto una ragazza dopo il trauma subito per via di uno scherzo crudele fattogli alle scuole medie; a nulla valgono i tentativi per accoppiarlo fatti dal suo amico e collega Shimacchi. Fukuda fa amicizia coi suoi vicini di casa, un laureato disoccupato che ha un pitone come animale da compagnia e un ragazzo sull'orlo del crollo nervoso. L'elemento che va a infrangere la sua quieta routine è dato dalla sua ex-compagna di classe Chiho, proprio quella che si era resa complice dello scherzo. Chiho vuole fare la fotografa e per questo lascia un lavoro sicuro e ben pagato, ma quello che considera il suo mentore tenta di molestarla sessualmente e questo la getta nella depressione. La padrona di un bar le dice che la ragione delle sue sfortune è la sofferenza da lei causata a qualcuno. Chiho capisce subito che si tratta di Fukuda; lo rintraccia per chiedergli scusa ed ecco che alla vista del suo bel faccione da luna piena ritrova la voglia di fotografare. Una storia che si nutre di piccole cose, ma che riesce a trasmettere tanto, compreso quel senso di solitudine che è un elemento comune nella narrazione nipponica contemporanea (si tratti di film o di libri).  Fukufukusou no Fukuchan commuove e fa sorridere allo stesso tempo, e il finale è la giusta conclusione per questa storia delicata. 

Fukuda, ovvero Fuku-chan

Sorpresa: a interpretare Fukuda è una donna, Oshima Miyuki.  L'avreste mai detto? Chiho invece è interpretata da Mizukawa Asami.

6 commenti:

  1. La trama è davvero carina! Spero di recuperarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno di quei film che alla fine ti mette di buon umore, secondo me!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Apprezzabile proprio per la sua semplicità (niente supereroi, insomma XD)

      Elimina
  3. Eheh, una sorta di versione giapponese, meno horror e meno cupa, e più quotidiana... di Linea Mortale XD

    Moz-

    RispondiElimina