giovedì 7 giugno 2018

Il marciume - Siri Pettersen


Sedeva nel tunnel che partiva dalla piattaforma, con un cartello di cartone appoggiato alle ginocchia. I capelli unti gli nascondevano il viso, ma non c'era alcun dubbio: era lui. E la porta della metropolitana stava per chiudersi.

Non ho fatto in tempo a lamentarmi che chissà quanto avrei dovuto aspettare per proseguire la trilogia della Pettersen che ecco fresco fresco in libreria il secondo volume. Me lo sono accaparrato al volo e, altrettanto al volo, l'ho letto perchè quando mi faccio prendere dalla curiosità non ho freni. Confermo il giudizio espresso relativamente al primo tomo: la storia è avvincente. In particolare qui do atto alla Pettersen di avere davvero una grandiosa immaginazione, visto che è riuscita a rimescolare miti e leggende ricombinandoli in una materia nuova. Hirka si è ritrovata nel nostro mondo (il marciume siamo noi, sorry!) e alla fine riparte per un altro mondo ancora, dove dovrà sistemare le cose definitivamente e, si spera, salvare capra e cavoli (questo ovviamente dipende dal livello di sadismo dell'autrice). Niente, adesso mi rimetto in attesa del terzo volume...

Nessun commento:

Posta un commento