lunedì 15 gennaio 2018

guardare serie TV solo perchè il protagonista è bonazzo


Lo streaming mi sta devastando. Oddio, è vero che anche prima di tempo davanti allo schermo del computer ne passavo parecchio lo stesso, tanto la sera non esco quasi mai e in fondo è diventato il sostituto della televisione che non guardo da anni. La differenza è che ho cambiato area geografica e dopo un periodo in cui vedevo esclusivamente film e serie coreane o giapponesi, ora vedo anche molte produzioni occidentali. Una delle serie che ho visto recentemente è Sleepy Hollow, tratta molto liberamente dall'omonimo racconto ottocentesco che ha ispirato anche altri lavori (uno su tutti: il film di Tim Burton che per me resta uno dei suoi migliori). Le prime due stagioni sono quelle che più vagamente hanno elementi del racconto, le seconde due se ne distaccano nettamente per seguire un altro filone. Sinceramente il mio interesse è andato via via calando, probabilmente perchè mi sono stufata della solita sequenza di mostri e demoni che vengono regolarmente sconfitti dagli eroici protagonisti anche nelle situazioni più disperate, ma sono comunque arrivata fino all'ultima puntata perchè mi sono presa una scuffia per Tom Mison in versione Ichabod Crane (trucco e parrucco gli donano moltissimo). Tra l'altro ho visto quante più puntate possibile in originale e penso proprio che la sua voce e il suo accento very british abbiamo ampiamente contribuito alla scuffia. E niente, dev'essere anche questa una conseguenza della menopausa.



2 commenti:

  1. All'inizio scelsi questa serie tv sia per questioni letterarie (anche se il racconto non è tra le opere migliori di Washington Irving)e anche perchè sono sempre stato appassionato di letteratura e film di ispirazione gotico horror poi anche per me nella serie tv è scattato l'interesse sia per la voce che per il corpo del protagonista ma questa è ormai una costante (sarà nel mio caso l'andropausa) che gli sceneggiatori di serie tv sfruttano da tempo praticamente non c'è ne una di qualsiasi genere dove almeno un attore non sia fisicamente attraente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente vale il detto "anche l'occhio vuole la sua parte", cosa che mi sta benissimo, soprattutto se gli attori in questione, oltre che aitanti, sono anche bravi a recitare. Come forse ho già detto, ho una passione per gli sceneggiati televisivi coreani; uno dei motivi è che ci si rifà sempre gli occhi XD

      Elimina