mercoledì 15 novembre 2017

streghe e vampiri


Le streghe dell'East End è una serie che è andata in onda pochi anni fa e che mi sono gloriosamente dormita (come del resto mi sono dormita gli ultimi dieci anni di TV o giù di lì); tratta liberamente da una serie di libri di Melissa de la Cruz, scrittrice americana di origini filippine, è stata purtroppo interrotta alla seconda stagione per via del calo negli indici di ascolto, cosa che ha lasciato i fan con un palmo di naso perchè, come in ogni finale di stagione che si rispetti, nell'ultima puntata della seconda stagione rimangono diverse cose in sospeso che in teoria di sarebbero chiarite nella terza. E invece. A me le serie con le streghe di solito piacciono, anche perchè chi non vorrebbe avere poteri magici? Pensa che bello: schiocchi le dita e magicamente la casa si pulisce da sola e il bucato si stira per i fatti suoi, per non dire di tutti i dispetti che si potrebbero fare alle persone che ci stanno sui maroni. Comunque sia, le streghe di questa serie provengono da un altro mondo, dal quale sono fuggite a causa di una guerra fratricida; le protagoniste sono pure vittime di una maledizione per aver osato tradire il re, che altri non è che il loro padre e nonno. Si trovano a dover affrontare prima un potente mutaforma che vuole vendicare la morte del proprio padre per mano della capo-famiglia, mentre nella seconda stagione devono affrontare i pericoli derivanti dall'apertura del portale che collega i due mondi. Mi sono divertita a vederla e anche se non è che la metterei nella top ten delle mie serie preferite, l'ho trovata ben fatta e adatta come scacciapensieri. Peccato che l'hanno interrotta.



Anche questa serie è stata interrotta prima del previsto, ma almeno la cosa non è caduta come un fulmine a ciel sereno e gli sceneggiatori hanno avuto modo di far quadrare (quasi) tutti i conti prima della fine definitiva. Ormai ha dieci anni sul groppone e francamente non capisco perchè sia stata un tale flop. A me è piaciuta molto, così come a un certo gruppo agguerrito di fan che, a suo tempo, tentarono - inutilmente - di fare pressione perchè non venisse interrotta. La storia ha come protagonisti un vampiro che lavora come investigatore privato (e che grazie ai suoi poteri riesce facilmente a risolvere i casi) e una giornalista che vent'anni prima, da bambina, è stata salvata proprio da lui. Abbiamo quindi una trama da poliziesco unita alla love story, in quanto i due inevitabilmente si innamoreranno, pur tra le mille perpessità causate dal vampirismo di lui.  



A quanto pare Amazon, oltre a spedire pacchi e pacchetti, si diletta pure a produrre telefilm. Difatti questa serie, al momento di due stagioni, è targata Amazon Studios. Chiaramente indirizzata ad un pubblico giovanile, l'ho trovata divertente e ben realizzata, con tre giovani interpreti veramente molto in gamba. Le protagoniste sono infatti tre ragazzine dodicenni che si mettono a produrre le ricette magiche trovate sul libro della nonna di una di esse. Naturalmente spesso combinano pasticci che poi devono cercare di rimediare, e intanto cercano anche una cura per lo nonna che pare vittima di un incantesimo. Alla base di tutto c'è il libro omonimo di Cindy Callaghan, nota autrice di libri per ragazzi.

Nessun commento:

Posta un commento