mercoledì 4 ottobre 2017

Una separazione - Katie Kitamura


Cominciò tutto con una telefonata di Isabella. Voleva sapere dove fosse Christopher, e con grande imbarazzo fui costretta a dirle che non lo sapevo. Dovette sembrarle incredibile. Non le dissi che Christopher e io ci eravamo separati sei mesi prima, e che non sentivo suo figlio da quasi un mese.

Una storia particolare, quella narrata in questo libro, e che non ho capito molto bene dove voglia andare a parare. Il nocciolo della questione è che la protagonista si trova coinvolta nella ricerca del marito scomparso non perchè gliene importi qualcosa, ma perchè la loro separazione non è stata resa nota ed è quindi logico agli occhi del mondo che sia lei a preoccuparsene. Si reca così in Grecia dove cerca di ricostruire i movimenti dell'uomo e scopre che egli ha avuto una tresca con la ragazza della reception. Niente di nuovo, Christopher era un donnaiolo. Lo si ritrova però con la testa spaccata dopo quella che pare una rapina, e a quel punto anche i suoi genitori vanno in Grecia. La donna, che si muove quasi come anestetizzata per tutto il tempo, finisce per farsi condizionare dalla tragica e insensata fine del marito. Di certo si tratta di un libro ben scritto, per certi versi delicato, anche se non ha smosso nessuna delle mie corde.

Nessun commento:

Posta un commento