giovedì 31 agosto 2017

agosto insofferente



Dopo un mese e mezzo di sofferenza, agosto è partito che avevo già le ruote sgonfie e, con tale presupposto, il mio umore si è mantenuto ombroso come da copione, con in più l'aggiunta dell'insofferenza, visto che avevo raggiunto il mio limite di sopportazione al caldo già a luglio ma, tanto per non farci mancare niente, la calura si è portata a livelli da record (e meno male che era un'ondata di caldo africano e non cambogiano). Con la casa trasformata in forno e il ventilatore a palla tutto il tempo (è un miracolo se non mi è venuto un torcicollo da manuale) ho riprovato a fare la lista dei pro dell'estate; fino ad alcuni anni fa ne avrei avuto un altro, ovvero "tutti vanno in ferie e ci si può godere la città vuota", ma siccome faceva caldo sono rimasta sempre chiusa in casa, altro che godermi la città. Prima di Ferragosto un temporale furioso che ha richiesto il solito tributo di alberi abbattuti e macchine schiacciate sotto di essi ha portato una tregua di alcuni giorni, prima che l'estate tornasse all'attacco per farmi patire fino all'ultimo del mese.


Se non altro si è prospettato un viaggio non preventivato e proposto da quella mia amica con la quale ero stata l'anno scorso a Stoccolma; lei da sola non viaggia e pare che io fossi la sua unica possibile accompagnatrice. Da parte mia, mi rendo conto che quando si tratta di viaggiare ho il livello morale di una prostituta di bassa lega, non c'è nemmeno bisogno che me lo chiedano che ho già le mutande calate le valigie pronte. Il viaggio è stato utile anche per spezzare la routine infernale e per accorciare il mese di qualche giorno.

4 commenti:

  1. ma tipo, un condizionatore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh, non riesco mai a decidermi a prenderlo, e poi non sono sicura che sia la scelta giusta.

      Elimina
    2. dipende come lo usi, se lo metti a tuono poi schiatti. I miei vicini (quelli che non urlano) lo hanno installato e ne sono contenti, tra l'altro quelli di nuova generazione consumano poco e i costi di installazione sono ragionevoli.

      Elimina
    3. Resta comunque il problema dell'esterno, per il quale non si può fare nulla XD

      Elimina