mercoledì 8 marzo 2017

mai una gioia


Quando facevo la contabile, la mia commercialista mi diede un saggio consiglio:
«Se non ti vengono i conti, disse, esci e vai a farti una passeggiata per schiarirti la mente.»
Il suggerimento è valido anche quando ho qualche pensiero fisso che mi rode; se esco a fare una passeggiata, al ritorno mi sento più leggera. Ecco perchè, vista l'arterio degli ultimi giorni, per oggi pomeriggio avevo programmato di tornare a Gabicce a fare foto e scaricare l'arterio passeggiando sulla spiaggia. Peccato che proprio per oggi qualcun altro abbia programmato uno sciopero dei treni, per cui la mia bella gita è andata a quel paese. In compenso è tutta la mattina che sto chiusa in casa ad aspettare il fantomatico tecnico che dovrebbe sostituire il contatore del gas, come da comunicazione inviataci. Che venga, ci credo quando lo vedo, intanto passo il tempo facendo lavori socialmente utili come stirare. Proprio una gran gioia, insomma.

4 commenti:

  1. Come dice il proverbio "l'uomo propone il sindacato dispone" io passo mesi dentro casa poi quando mi prende la voglia di uscire, pioggia vento temporali scioperi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, la classica nuvola di Fantozzi o giù di lì XD

      Elimina
  2. vero camminare fuori fa bene, non saprei perchè ma serve, se poi vai in riva al mare o in un bosco a contatto con la natura ancora meglio.
    anche per me questo metodo funziona, ma con una sola variante, non incontrare nessuno, o comunque poche persone... sarà per questo che ultimamente vado a passeggiare nei cimiteri? saperli morti mi tranquillizza ghghghgh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difatti l'assenza di altri esseri umani è una componente fondamentale!

      Elimina