mercoledì 1 febbraio 2017

l'amico immaginario


L'amico immaginario è un fenomeno socio-psicologico che si verifica quando un'amicizia o una relazione interpersonale prende luogo nell'immaginazione piuttosto che nella realtà fisica. Spesso possiede un'elaborata personalità e comportamento. Nonostante possano sembrare molto reali per i loro creatori, i bambini capiscono che i loro amici immaginari non sono reali.
(fonte: Wikipedia)

Homo sum, nihil humanum mihi alienum esse puto.

Mi piace questa massima perchè rende bene la maniera con cui affronto la realtà: fondamentalmente non mi meraviglio più di niente. Non mi meraviglio nemmeno più di quelle che considero le mie debolezze; una su tutte, un'apparente mancanza di coerenza. Che poi non so perchè la definisco apparente, visto che so bene come sono fatta. Gli altri però non sanno che cosa mi passa per la testa, e per fortuna direi. Comunque sia, mentre stavo passeggiando pensavo che è vero che scrivo questo blog principalmente per me stessa, ma che al contempo non mi è mai piaciuto dialogare coi muri. Per i miei più reconditi pensieri, quelli da non divulgare, ho il mio diario, questo invece è comunque un luogo di esternazione. Però nel momento in cui questa esternazione si ritrova fine a se stessa, non ha senso (da qui forse nasce la scarsissima voglia di scrivere dell'ultimo periodo). Allora ho pensato che devo trovare qualcosa che riesca a mettere d'accordo da un lato la voglia di scrivere esternando e dall'altra la mancanza di interazione col pubblico (che non esiste, dunque non interagisce), ed ecco che mi è venuta l'dea di rivolgermi a un amico immaginario. Lo creo a partire da qualcuno che in realtà esiste, ovvero Hiroki, uno dei miei vecchi amici di penna giapponesi. Hiroki fa l'architetto e vive in Hokkaido; l'ho conosciuto tramite il suo sito, che aveva creato allo scopo di conoscere persone da tutto il mondo. Sul sito ci siamo scambiati diversi messaggi, però poi Hiroki è stato vittima del suo stesso successo, nel senso che come ogni giapponese lavorava troppo e aveva pochissimo tempo libero; finchè ci passavano quattro gatti, riusciva a rispondere a tutti e si poteva interagire, quando i visitatori sono aumentati, non è più riuscito a stare dietro a tutti. Non sento il vero Hiroki da un sacco di tempo e non ho idea di che fine abbia fatto il suo sito; rubo un po' di lui per il mio amico immaginario che di qui in poi mi farà compagnia.



2 commenti:

  1. Io, zitta zitta, ma ci passo sempre, eh!!
    Besos, Chus :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chus, tu sei una dei famosi quattro gatti che leggono questo blog! XD

      Elimina