domenica 22 gennaio 2017

Il pozzo - Catherine Chanter


Il Pozzo mi ha riconquistata. Questa sarà la mia prima notte agli arresti domiciliari. La prima di quante? Non osavo sperare che mi avrebbero permesso di tornarci, eppure quand'è arrivata l'ultima notte in reparto mi sono aggrappata alla consolazione dei sonniferi e dell'ordine di internamento, disperata al pensiero di dovermene andare.

In un futuro immaginario, l'Inghilterra soffre per una prolungata siccità. Non piove da così tanto tempo che l'acqua è razionata e sono state introdotte delle nuove leggi contro i reati legati al furto d'acqua. Esiste però un'oasi: una piccola tenuta agricola chiamata il Pozzo con uno stagno,un torrente e pioggia regolare. Questo fatto provoca da principio solo l'invidia dei vicini, poi attira una folla di persone, tra le quali quattro suore che fondano un nuovo culto centrato proprio sul Pozzo. La vita dei proprietari, Ruth e Mark, che si sono recati a vivere in campagna in cerca di pace, viene sempre più sconvolta, soprattutto quando Ruth viene risucchiata in un delirio religioso e si crede un'eletta. Una lettura molto coinvolgente, un romanzo che mi è piaciuto molto e che, per una volta, ho apprezzato anche se costruito; del resto l'autrice insegna scrittura creativa da anni. Anche il tema è interessante in quanto si occupa di un problema che potrebbe diventare reale.


Nessun commento:

Posta un commento