giovedì 6 ottobre 2016

brodino di giuggiole


Su Flickr esiste un gruppo chiamato In Explore che contiene le immagini di fotografi scelti da un algoritmo. Non è la vetrina del meglio, ma una sorta di premio che viene assegnato alle persone che hanno un'attiva vita sociale, laddove per sociale s'intende relativa al social network in questione. Questo significa che le proprie foto hanno molte visualizzazioni, commenti e likes, oppure che si è attivi guardando, commentando e distribuendo likes alle foto altrui. Dico questo come premessa perchè sennò non si spiega il motivo per cui io abbia ricevuto l'invito ad inserire una delle mie foto nel gruppo In Explore, cosa che equivale a un invito permanente. Difatti, anche se so che nella vita il compromesso è necessario al vivere civile, riguardo a certe cose mi rifiuto di cedere a compromessi. Questo naturalmente comporta delle conseguenze: ne sono conscia e le accetto. Prendiamo la fotografia: come ho detto altre volte, la pratico in maniera molto lontana dal mainstream. Fotografo prevalentemente in analogico, mi piace sperimentare con pellicole scadute o abusate, uso macchine vintage che a volte non sono nemmeno sicura che funzionino. Poi sì, faccio anche foto normali che ai miei occhi sono più belle di quelle digitali perchè trovo che la pellicola abbia una qualità organica superiore alla fredda perfezione del digitale, per non dire che ormai di foto digitali non ritoccate si fa fatica a trovarne (e un conto sono leggeri aggiustamenti, un conto sono le pesanti modifiche che fanno quasi tutti e che, come già detto in passato, io proprio non sopporto). Fotografare in questo modo fa sì che io non abbia un grande seguito su Flickr; non me ne sono mai lamentata perchè personalmente sono soddisfatta delle foto che faccio e la cosa più importante è questa. Se poi le mie foto piacciono anche a qualcun altro, tanto meglio, ma di certo una cosa che non farei mai e poi mai è modificare il mio stile contravvenendo ai miei principi per acquistare popolarità. La mia attiva vita sociale su Flickr quindi è piuttosto relativa al fatto che guardo spesso le foto altrui e le inserisco nella mia cartella dei preferiti. Evidentemente è proprio questo aspetto che dev'essere piaciuto all'algoritmo, con il risultato che adesso la foto qui sopra fa parte del gruppo explore, e a me viene da ridere perchè da quel gruppo a volte ci ero passata, ma ci ero rimasta poco perchè è zeppo di colori iper-pompati e contrasti da fare paura. Di foto come piacciono a me ne ho sempre trovate pochissime, per questo ho concluso che non era pane per i miei denti. E mi viene da ridere per via di questi fatti relativi alla foto in questione:
  • la foto è analogica;
  • è stata postata esattamente come l'ho scansionata: senza nessun tipo di modifica;
  • ho usato una macchina che ho preso su Ebay per pochi euro in quanto il venditore affermava di averla trovata in soffitta e di non essere certo che funzionasse:
  • l'obiettivo l'ho preso per pochi euro in più da un altro venditore Ebay che fa capo ad un'associazione che raccoglie fondi per il Keech Childrens and Adult Hospice in Bedfordshire;
  • è stata scattata su un rullino scaduto e fuori produzione;
  • si trattava per giunta del rullino di prova, fatto per verificare che la macchina funzionasse, e ho lavorato in modalità 100% manuale perchè con quell'obiettivo l'esposimetro non funziona;
  • per giunta ho messo questa foto tanto per (in quanto metto sempre alcune foto dei rullini di prova per avere un riferimento in caso di utilizzo futuro delle macchine) e anche se è una foto che mi piace, in altre circostanze probabilmente non l'avrei caricata su Flickr perchè non mi pareva particolarmente originale.

Insomma, direi che la risata è pienamente giustificata XD

Nessun commento:

Posta un commento